Antonio Albanese, quel retroscena mai svelato prima

Antonio Albanese sorprende, il noto attore italiano svela un particolare della sua infanzia che fino a questo momento nessuno conosceva.

Non servono presentazioni per parlare di Antonio Albanese, attore e comico italiano che da anni si è imposto come punto di riferimento del cinema e della televisione italiana. Adesso è al cinema con il suo ultimo film. Eppure il motivo che lo conduce al centro dell’attenzione è ben diverso.

Antonio Albanese retroscena
Antonio Albanese foto Instagram -Aliprestito

In una sua lunga intervista per il Giornale, l’artista è tornato indietro nel tempo, in particolare al periodo legato alla sua adolescenza e al rapporto con la scuola, una rivelazione di cui fino a questo momento non aveva mai parlato prima e che ha molto colpito.

Avevo una maestra a volte disperata perché ero un bambino abbastanza vivace. Sempre stato vivace, sempre avuto una bella energia. Abitando tra il lago e il bosco, poi… Ma una cosa la ricordo bene: anche lei, come tutti i maestri, aveva una credibilità oggi troppo spesso perduta” ha ammesso.

Antonio Albanese: “Non ho finito la scuola, per mio figlio ho stappato una bottiglia”

Insomma, nel passato di Antonio Albanese ci sono dei misteri che fino a questo momento nessuno conosceva, gli stessi che forse anche per via del nuovo film che sta uscendo al cinema, ha deciso di rivelare, lasciando senza parole anche il pubblico che lo segue da anni e che alcune cose nemmeno le sapeva.

Antonio Albanese quel retroscena mai svelato prima
Antonio Albanese foto Instagram -Aliprestito.it

Non ho mai finito la scuola, la cultura era quella, allora. Amen. Certo, a ripensarci oggi” ha confessato con una certa amarezza che ancora oggi non pare averlo abbandonato, ma che da un certo punto di vista ha avuto la sua rivalsa in suo figlio, di cui dice: “Quando mio figlio mi ha detto che voleva fare il liceo classico sai cosa ho fatto? Ho stappato una bottiglia”.

Un momento che per lui è valso ora, considerando anche il fatto che i tempi sono cambiati, ma la voglia di imparare e conoscere, ancora oggi, non è poi cosi scontata.

Lascia un commento