Le piante che portano sfortuna: attenzione, ecco quali sono

La botanica è uno dei settori più ricchi di esemplari e tipi di forme di vita, in cui ovviamente rientrano le piante che conosciamo e che per millenni sono state addirittura di fondamentale importanza per l’alimentazione, l’ambiente ma anche per il simbolismo, la cultura e il commercio. Non è affatto strano che molte specie, indipendentemente dalla cultura di appartenenza risultino essere considerate “positive” o “negative” a causa di leggende e folclore spesso più o meno locali che accompagnano le varie piante. Secondo le varie civiltà e culture ci sono alcune piante che portano sfortuna e altre che al contrario sono “positive” secondo gli influssi.

In certi casi è anche possibile trovare alcune piante che per alcune culture umane sono sconsigliabili da avere in casa, ma che per una diversa forma di costruzione culturale sono invece “fortunate”.

Quali sono però le piante che nella maggior parte dei casi accomunano diverse culture nella loro “sfortuna”?

Piante che portano sfortuna: attenzione, ecco quali sono

I motivi sono ovviamente sempre legati a questioni storiche, leggende e miti, che però in alcuni casi sono anche legati a storie e “poteri” di alcune specie che sono stati dimostrati, ad esempio diverse specie che sono tossiche sono quasi sempre note per portare sfortuna o problemi. Ma non è sempre così.

A cominciare da molte piante grasse, in questo caso quelle con forme aghiformi come i cactus e simili che hanno modificato il loro essere per adattarsi a condizioni climatiche poco umide. Secondo alcuni, le caratteristiche “spine” che sono progettate dalle piante in una duplice funzione sia “difensiva” ma anche per disperdere meno liquidi possibile porterebbero sfortuna in quanto la forma aghiforme avvicinerebbe le energie negative.

Discorso a parte per il garofano, una delle piante da fiore più diffuse in Europa ma anche nel resto del mondo: in Asia gode di un ottimo nome ed è considerato positivo, mentre in Europa fin dall’antichità sono stati spesso associati a questa pianta dai bei fiori colorati nomi di veri e propri portasfortuna, legati alla tendenza, secondo le leggende, ad assorbire energia positiva o addirittura “l’anima della casa.”

Discorso ancora diverso per la tradescantia, esteticamente irriconoscibile, è una pianta sempreverde anch’essa molto resistente e che genera fiori colorati, solitamente viola o rosa. Spesso si associa a questa pianta la scarsa capacità di sviluppo di un contesto economico.

Lascia un commento